Comunicazione Visiva: Dal Branding Allo Storytelling

Brand – una promessa

Un brand è un nome, un simbolo, un insieme di attributi tangibili e intangibili che identificano un prodotto o un servizio e lo differenziano dalla concorrenza.

Quanto più questi attributi sono chiari e ben definiti nella testa del pubblico, tanto più la marca è memorabile. Si chiama brand image, o immagine di marca e in un’ipotetica piramide si colloca subito sopra la brand awareness: un brand vuole innanzitutto farsi conoscere e subito dopo consolidare la sua immagine, lavorare per mettere in evidenza gli attributi che compongono il suo DNA e la differenziano dai concorrenti, perché è proprio l’immagine del brand che guida la scelta del potenziale consumatore tra il prodotto A e il prodotto B.

jewelry-box-logo

Come lo fa? Attraverso un piano di marketing declinato in tante attività di comunicazione che rispecchiano gli attributi per cui il brand vuole essere ricordato: dalla comunicazione pubblicitaria online e offline, agli eventi, alle sponsorizzazioni (e altro ancora).

Clicca il pulsante per scaricare il nostro portfolio:

    Scarica il Portfolio

Il brand è quello che non si vede, ovvero la parte sommersa dell’immagine aziendale e tutto ciò che fa riferimento all’azienda. Fa parte del brand l’immagine coordinata, la pubblicità, persino le musiche in sottofondo del servizio clienti o scelta del profumo nella boutique. Il brand è un’espressione cognitiva dei bisogni di essere umano che collega azienda e prodotti ad un contesto interiore e non ad un contesto esplicitamente commerciale. Il brand è una promessa che l’azienda fa ai suoi fidelizzati.  Un’azienda non deve mai perdere il contatto con i suoi consumatori, non deve mai smettere di ascoltarli. 

Branding-Identity

Nell’era dei social media, la brand reputation e la brand identity sono due elementi fondamentali per la sopravvivenza di un prodotto e, di conseguenza, dell’azienda stessa. La maggior parte delle imprese non ha ancora spostato il proprio assetto dal prodotto al marchio (brand), nonostante le analisi di tutto il mondo dimostrano quanto un brand valga oggi spesso più di un prodotto.

Brand Storytelling: coinvolgimento emotivo

Le componenti visive del branding come colori, immagini, logo, sito web e design fanno tutti parte del fascino di un brand che deve distinguersi da tutti gli altri sul mercato, supportando l’immagine di esso.

Punto chiave è di essere in grado di manipolare questi elementi visivi per aiutare a raccontare la storia giusta che accende i sentimenti nei clienti, quelli potenziali ed esistenti.

Importante è avere la consapevolezza di come il pubblico risponda a determinate forme, colori, in modo da utilizzare i vari punti di interesse a vantaggio dei propri obiettivi creativi.

È qui che arriva lo storytelling.

Il web ha trasformato le dinamiche della comunicazione, e ora i brand hanno una grande opportunità per appassionare il proprio target ed attirarlo in un modo innovativo: lavorare sul content marketing per raccontare una storia per coinvolgere “emotivamente” l’utente.

Solo un brand con la trasmissione dei suoi valori e significati, porta un consumatore ad investire su una proposta (già avendo come prerequisito la qualità del prodotto). I potenziali clienti vogliono sentirsi connessi prima di acquistare un prodotto.

story-moodboard

Ma, naturalmente, lo storytelling è solo una delle componenti dell’esperienza multiforme che i consumatori di oggi si aspettano da designer, brand e rivenditori. Come bilanciare questi componenti per creare una narrativa che può essere trasformata in un’esperienza indimenticabile è una sfida di tutti i giorni. Il ruolo del direttore creativo è cambiato molto negli ultimi dieci anni. Sono diventati non solo designer, ma stanno anche raccontando storie e costruendo universi e mondi attorno a un prodotto.

Si tratta di colori, packaging, patrimonio visivo, arte, immagini display e design del logo. I colori lasciano un’impressione considerevole e sono altamente memorabili. Tutte queste cose – e non solo – emanano un’aria di qualità, esperienza e storia che sono incredibilmente importanti per i consumatori.  Il patrimonio è tutto basato sulla narrazione, ovvero lo storytelling. Tutto quello che deve fare un brand è capire perché è qui, come raggiunge l’obiettivo e cosa fa per farlo.

Comunicazione a 360°

Oggi come mai prima si parla di multicanalità, e con tantissime piattaforme di comunicazione disponibili online oggi bisogna essere in grado di comunicare a 360° con le strategie coerenti ed adatte per ogni canale – sito web, Instagram e Facebook, blog etc.

La moda cresce rigogliosamente sulle piattaforme di social media, con Instagram che si conferma la scelta preferenziale tra i brand di moda. Sia Instagram che Facebook offrono opportunità per le aziende fashion, sia di tipo corporate che di singoli designer che scelgono di comunicare i loro marchi online.

Comprendere i desideri e le abitudini del proprio target di riferimento consente di utilizzare il potenziale narrativo in modo efficace e quindi di produrre contenuti che li attirino. In termini di branding, è tutto basata su come un’azienda parla ai propri clienti. La comunicazione visiva gioca un ruolo fondamentale in questo, dalle pubblicità che vediamo sui cartelloni fino al modo in cui siamo accolti in negozio.

Opportunità è digitale

Il tipo di strategie di costruzione del brand che sono state storicamente limitate a costose pubblicità televisive o cartelloni pubblicitari sono ora disponibili a prezzi accessibili per aziende e istituzioni di qualsiasi dimensione. I canali di social media sono un modo molto efficiente e conveniente per comunicare visivamente un brand, purché si comprendono quali strategie e opportunità sono rilevanti per gli obiettivi specifici. La comunicazione visiva è molto importante per la costruzione di un brand moderno, e coloro che non sono in grado di muoversi “digitalmente” avanti potrebbero perdere una grossa fetta del mercato.

Iphone-tablet-gioielli-logo

I social media sono, in generale, i media visivi. Che si tratti di video di prodotti di alta qualità su Facebook o Youtube, immagini stupefacenti o ambiziose su Instagram o Pinterest, la gente ne ha sempre più fame a vedere di più. La stragrande maggioranza delle persone vuole essere ispirata, quindi emotivamente coinvolta. Si tratta di mettere le immagini nelle teste delle persone, definire l’estetica e, molto spesso, ha nulla a che fare con il prodotto stesso. È uno stile di vita aspirazionale che si vende più di ogni altra cosa.

Comunicare un obiettivo e non un acquisto

Visivamente è importante avere un tema originale con un concept e uno storyboard personalizzato. Tutte le immagini devono essere comunicate attraverso varie influenze e messaggi. Piuttosto che limitarsi a vendere un gioiello, un accessorio o una nuova collezione, i designer e i loro team creativi devono prima cercare di promuovere un mood o un’idea.

Aggiungere valore attraverso le immagini

Nonostante il budget limitato, alcuni giovani brand scelgono noti fotografi del settore perché sanno che l’importanza dello storytelling del brand influisce direttamente sulla vendita.

Visivamente, un brand dovrebbe risultare aspirazionale anche se il prezzo dei prodotti è basso o medio. Non bisogna scattare semplicemente un lookbook o una campagna, ma bisogna investire tempo e denaro per creare immagini con una storia.

Lavorare con un team vincente

Visto che la modella o modello sarà molto probabilmente il 70% dell’immagine del brand, il casting è la chiave per ogni servizio ben riuscito. Per cui impiegare una squadra composta da produttori, fotografi, stylist, make up artist e set designer, che sono a conoscenza di ciò che sta accadendo nell’industria globale del mercato di riferimento, è fondamentale.

Cinque cose da ricordare per creare le immagini vincenti per il brand:

1. Spingere sempre per elevare il brand e gli standard – non esiste un risultato che sia “troppo bello”,

2. La curiosità è la chiave – varie influenze vanno sussurrate piuttosto che dichiarate apertamente,

3. Creare per gli innovatori e gli early adopter di una tendenza, non i follower,

4. Concentrarsi sul mercato di riferimento,

5. Le campagne vendono il brand, i lookbook vendono il prodotto, capire la differenza è importante per comunicare in modo adeguato.

Quando visitiamo un sito web, le scelte di colore, le dimensioni del testo e il design del prodotto ci dicono esattamente come percepire un brand. Questo è il motivo per cui il visual branding è così importante. Che noi lo stiamo influenzando consapevolmente o meno, il pubblico sta definendo il brand. Se l’immagine che un’azienda sta trasmettendo non corrisponde ai suoi valori, deluderà, confonderà e allontanerà il suo pubblico. 

Clicca il pulsante per scaricare il nostro portfolio:

    Scarica il Portfolio

Essere coerenti

La coerenza consiste nell’applicare lo stesso filtro, le stesse dimensioni, lo stesso tipo di carattere sulle piattaforme visive. Questo crea coesione, in modo che se un cliente ti segue su Facebook invece di Instagram, ottiene comunque la stessa storia.

Conclusioni

Un modo sicuro per raggiungere il pubblico è attraverso l’emozione. Il vostro brand racconta una storia che commuoverà i clienti in qualche modo?

Birik Butik è un’agenzia creativa che propone ai brand servizi di comunicazione come lo sviluppo di brand identity, realizzazione immagini still-life di prodotti, lookbook e cataloghi, graphic design, oltre a sviluppo di siti web ed e-commerce, strategia e gestione dei canali social, e campagne di advertising online.
Creiamo ai brand un’immagine coordinata con un’estrema cura ai dettagli per dare un’identità unica perché ogni designer e brand per noi è sempre una storia speciale da raccontare.

 

Per avere più informazioni puoi contattarci a:

info@birikbutik.com

Oppure compila il form qui sotto:

Nome *

E-mail *

Sito Web

Commento

Acconsento al trattamento dei dati personali secondo le condizioni espresse nella pagina d'informativa sulla privacy