Accidental Icon: Essere Se Stessi

Accidental Icon

A Maggio quando siamo stati a New York, abbiamo avuto la possibilità di incontrare una donna straordinaria, Lyn Slater, la blogger dietro Accidental IconE ci siamo completamente innamorati della personalità di Lyn, il suo stile avantgarde e i suoi punti di vista per quanto riguarda non solo moda, ma anche l’espressione di sé attraverso di essa e la vita in generale.

lyn-slater-accidental-icon-uniqlo

Lyn si è trasformata in icona della moda circa due anni fa, all’età di un po’ più di 60 anni. La sua storia da blogger inizia quando incontra un’amica durante la New York Fashion Week, mentre indossa un abito di Yamamoto attirando una folla di persone che iniziano a fotografarla pensando che lei fosse una specie di celebrità. Ecco come è nata Accidental Icon. Ed ecco come la docente a tempo pieno è diventata una blogger. (Lyn insegna Social Welfare alla Fordham University).

13920600_1152846518070788_8171400733073907073_n

Ebbene sì, Lyn ha sempre avuto interesse per la moda, pur facendo parte della vita accademica, aggiungeva sempre un po’ stile a quello che indossava al lavoro. Ha perfino frequentato dei corsi presso FIT (Fashion Institute of Technology di New York) solo per divertimento, sempre cercando di esprimere la sua creatività e imparare di più sulla moda.

Lunghe ricerche online (di poco successo) per trovare qualcosa che fosse interessante e attraente dal punto di vista culturale e di moda l’hanno spinta a creare una nicchia personale dove esprimere la creatività e dedicarsi alla scrittura che potrebbe essere interessante ad altre donne urbane e intellettuali, che amano arte e cultura come lei stessa.

Lyn è davvero molto stimolante e ti lascia con un senso di passione e curiosità per il mondo e una forte voglia di crescita personale.

Quindi, eccovi la nostra intervista con Accidental Icon:

In un paio d’anni sei diventata un’icona della moda con migliaia di seguaci sui social media, una influencer di stile non solo per le donne della tua età, ma anche per le generazioni più giovani. Come è successo e come ti senti oggi, che cosa ti ispira ad andare avanti?

Non sono sicura pienamente di cosa è successo e sono ancora sorpresa, ma ho alcune considerazioni. In primo luogo credo che le persone si sono un po’ stancate di celebrità e così mi è capitato di entrare in scena quando le persone erano alla ricerca di qualcosa di diverso e, penso, di più autentico. Penso anche che alcuni confini della moda che riguardano età, sesso, corpo, ecc, stanno iniziando ad allentarsi e quindi è stato un buon momento per una donna matura di entrare nel mondo della moda.

Ho cercato di essere aperta e non solo parlare con le persone della mia età e penso che il mio atteggiamento e la storia della reinvenzione ha un fascino universale. La mia ispirazione sono le persone creative e di talento che ho incontrato (come voi (grazie, Lyn!, è reciproco!) quando sono entrata a far parte di questo mondo, la città in cui vivo ed i designer che ho incontrato che mi offrono nuove prospettive.

14352478_1188241484531291_5833562051786180354_o

Cosa significa per te essere se stessi?

Credo che significa essere fedeli alla propria etica e valori, essere onesti e diretti e non fare qualcosa che non è autentico e non appartiene a voi e la vostra personalità. Non sono perfetta, ma accetto sia i miei punti di forza che i miei limiti. Non potrei mai indossare qualcosa o fare un post su un prodotto che non indosserei nella mia vita quotidiana da professore universitario, partner,  madre o nonna.

Come il tuo lavoro da docente presso l’Università influenza il tuo lato fashion e vice versa ? Come fanno a convivere insieme?

Ho lavorato molto duramente per essere un’insegnante che ispira i propri studenti. Mi preparo a lungo, continuo a stare al passo con la scienza e tecnologie e sto sempre cercando di sviluppare modi creativi per trasmettere le mie conoscenze. Questi attributi e il feedback positivo che ricevo dagli studenti sono stati tutti impiegati per sviluppare il mio blog e social media. Ho sempre voluto che gli studenti andassero oltre gli stereotipi sulla nostra professione e vedessero che si può essere intelligenti, coinvolgenti, creativi, alla moda e così ho sempre cercato di vestirmi in maniera aspirazionale. Sono le parti intercambiabili per me, perché l’abbigliamento è una parte integrante della mia identità. Per cui convivono naturalmente, rispecchiando come io sono nel mondo.

14344201_1188233937865379_8993081632020374931_n

Qual è la tua routine quotidiana? Come inizi la tua giornata?

Mi sveglio e bevo un bicchiere d’acqua, mi lavo il viso e bevo una tazza di caffè. Sono più produttiva al mattino, così mi alzo presto e lavoro circa 2-3 ore sulle cose universitarie o sul mio blog Icon Accidental. Mi faccio un delizioso frullato proteico. Poi guardo la mia agenda, vedo quello che ho in corso e quindi scelgo il mio abbigliamento di conseguenza. Mi piace camminare, per cui esco di casa con il tempo sufficiente per raggiungere i luoghi dove devo andare in quel giorno. Durante la settimana lavoro di solito all’Università per una parte della giornata e i fine settimana ora sono dedicati ai servizi fotografici, altre attività di sviluppo dei contenuti ed il tempo per la famiglia e gli amici.

Indossi sempre degli orecchini notevoli! Qual è il tuo rapporto con gli accessori e i gioielli in particolare? Che tipo di gioielli preferisci indossare  – all’avanguardia, sperimentali, preziosi, ecc?

Indosso prevalentemente bianco e nero aggiungendo carattere al mio sguardo attraverso gli occhiali da sole, orecchini e make-up, come ad esempio, un rossetto rosso. Preferisco indossare pezzi di gioielleria avant-garde. Mi piace l’argento e mai indosso l’oro. Quando indosso l’argento voglio che sia un pezzo scultoreo ed unico nel suo genere. Amo perle, pietra di luna e pietre preziose dal taglio meraviglioso, ma non mi piacciono i bijoux di perline infilate.

13580653_1135514876470619_5465758162634400013_o

Quando ci siamo incontrati al Black Cat Cafè di New York ci hai detto che ti piacerebbe creare una capsule collection per un brand di gioielli. Che tipo di gioielli sarebbero? Ci puoi rivelare qualche dettaglio?

La collezione sarebbe in argento, molto architettonica con grandi orecchini, anelli e bracciali. Nonostante le dimensioni ci sarebbe una sensazione di leggerezza. Se ci fossero delle pietre preziose sarebbero sospese come se volassero sopra i gioielli, piuttosto di essere parte integrante.

1448888901805

Camicie bianche. Le indossi di frequente. Cosa c’è di così interessante su di loro?

Sono come una tela bianca che posso scolpire e stratificare con vari pezzi di abbigliamento nero – sotto, sopra e intorno.

Qual è la tua Fashion Icon personale?

E’ stata mia nonna.

——————————————-

Clicca per vedere la gallery:

 

Scopri Accidental Icon:

Web: www.accidentalicon.com
Facebook: Accidental-Icon 
Intagram: @iconaccidental

Foto: Accidental Icon